Ultimissime

??????????????

Salerno, morto detenuto nel Carcere di Fuorni: due medici indagati

Due medici del Carcere di Salerno, G. B. di 33 anni di Battipaglia e N. C. 33 anni di Pagani, hanno ricevuto un avviso di garanzia con l’accusa di omicidio colposo ai danni del detenuto Antonio Landi. L’uomo, di 36 anni, morì la notte di Santo Stefano del 2016 a causa di un arresto cardiaco causato dalla rottura dell’aorta ascendente.

Secondo l’accusa, nonostante il detenuto lamentasse forti dolori al torace, i due medici lo rimandarono in cella senza fornirgli il soccorso adatto. Dal verbale ufficiale infatti si legge: pur in presenza di una sintomatologia anche pregressa, quale dolore toracico intenso e persistente, e costrinzione mandibolare, indicativa di una possibile cardiopatia, omisero di disporre il ricovero del paziente in ospedale, rimandandolo, invece, in cella“.
Data la sintomatologia del detenuto, i medici avrebbero dovuto disporre un immediato ricovero in ospedale, dove grazie al controllo degli enzimi cardiaci si poteva fermare sul nascere il problema.

Una volta rimandato in cella, Antonio Landi perse la vita nel giro di poche ore. Il detenuto era stato arrestato in seguito ad un blitz antidroga con 62 arresti per rapina spaccio di droga.

Notizie Correlate

Commenti