Due giornate di squalifica per Kumbulla dopo il calcio a Berardi

As Roma

Le notizie sul calcio che la Roma e i suoi tifosi stavano aspettando provengono dal giudice sportivo, ma non sono affatto positive. Saranno due le giornate di squalifica inflitte a Marash Kumbulla, difensore in forza ai giallorossi dal settembre 2020, che salterà così il derby contro la Lazio e la partita in casa contro la Sampdoria.

È successo nell’ultima giornata di Serie A, durante il match contro il Sassuolo. La Roma, disorientata dallo 0-2 subìto nell’arco di cinque minuti grazie alla doppietta di Laurienté, era riuscita ad accorciare le distanze grazie al gol di Zalewski dopo soli otto minuti, ma allo scadere del primo tempo Kumbulla ha vanificato tutto. Cedendo alle provocazioni di Berardi, reo di aver calciato da terra il difensore albanese, ha reagito con un calcione davanti allo sguardo severo di Fabbri, che nonostante abbia rivisto più volte la scena al VAR, ha deciso di espellere il numero 24 giallorosso ed assegnare il penalty, realizzato poi dallo stesso Berardi.

Il difensore si è prontamente scusato con i compagni per il gesto che ha condizionato l’esito della gara, ma ciò ovviamente non è bastato per placare l’ira di Mourinho e dei tifosi, che hanno ritenuto ingenua la reazione del difensore. Oltre alla squalifica di due giornate, anche un’ammenda di 5 mila euro per il difensore, che potrebbe, secondo voci di mercato, lasciare Roma a fine stagione. Non lascerà dunque un ricordo positivo.