Benevento 90 minuti in campo per Vitiello da playmaker basso. Il centrocampista: “I problemi fisici sono alle spalle”

Osservato speciale dal tecnico Auteri è stato Leandro Vitiello, uno di quelli che rientrano da una stagione frastagliata dagli infortuni. L’allenatore giallorosso ha più volte detto che il centrocampista era uno di quelli più indietro rispetto agli altri, naturalmente. Era importante capire la risposta del centrocampista che ha giocato per 90 minuti contro il Campobasso, seppur come centrale di difesa, quindi in un ruolo chiaramente meno dispendioso dal punto di vista fisico. Vitiello ha anche le caratteristiche per giocare in quel ruolo, più volte occupato nell’avventura di Catanzaro, una sorta di playmaker basso, come De Rossi nella Nazionale di Prandelli, per intenderci.

“Ho corso tanto e credo di aver dato il mio contributo. Fortunatamente sto bene. I problemi fisici sono oramai alle spalle, tant’è che a partire dal ritiro romano ho saltato solo mezza seduta di allenamento, praticamente sono stato sempre a disposizione dell’allenatore”. E’ il commento di Vitiello a fine gara, riportato da Ottopagine. La prima delle due amichevoli di questo week end (domani in campo con la Cavese), 180 minuti per testare i risultati di questo lavoro estivo. Risposte normali dal punto di vista fisico, ma è importante capire il processo di assimilazione del nuovo calcio di Auteri: “Stiamo assimilando i dettami di Auteri. Le basi ci sono tutte. Dobbiamo continuare su questa strada”.