20 Giugno 2024

CentoventiCremo: la festa per i 120 anni della Cremonese

Cremonese

Sui profili ufficiali della Cremonese è partito l’Hashtag #centoventicremo, un neologismo sincratico che omaggia i 120 anni dalla nascita della squadra di Cremona. Per l’occasione, una serie di iniziative saranno promosse dal 24 al 27 marzo presso lo stadio Zini per festeggiare insieme ai tifosi i successi grigiorossi. Raccogliamo quindi un po’ di notizie sul calcio de La Cremo e facciamo un salto indietro per ripercorrere la storia societaria.

Un po’ di storia grigiorossa

Era il 24 marzo 1903. Presso la trattoria “Varesina” di piazza Sant’Angelo a Cremona nasce l’Unione Sportiva Cremonese con lo scopo di «diffondere e facilitare tra la gioventù l’educazione fisica, l’amore agli esercizi sportivi, alla disciplina ed alla concordia, onde possa rendersi utile a sé ed alla patria».

Si trattava di una polisportiva creata da un gruppo di amici, il quale primo presidente era il sarto Emilio Faia. Una curiosità legata a quel giorno fu la scelta dei colori societari: bianco e lilla. Colori che furono cambiati solo undici anni dopo, successivamente all’affiliazione con la FIGC e la vittoria nel campionato di Promozione 1913-14. I “nuovi grigiorossi” parteciparono al campionato di Prima Categoria (l’equivalente dell’attuale Serie A) fino allo scoppio della prima guerra mondiale, che sospese i campionati dal 1915 al 1918.

Con l’istituzione della Serie A a girone unico, la squadra iniziò il declino, retrocedendo prima in Serie B nel 1930-31 e poi in Serie C nel 1935-36. Da quel momento in poi fu un continuo saliscendi tra serie B e C, fino a scendere anche in Serie D nella stagione 1966-67. Il ritorno nella massima competizione avvenne nel 1984-85, dopo 54 anni di assenza anche grazie alle prestazioni di un giovanissimo Gianluca Vialli. In panchina Emiliano Mondonico. Fu un ritorno breve, che si chiuse con un ultimo posto in classifica e la conseguente retrocessione nella serie cadetta. Poi un nuovo saliscendi tra serie A e B.

Il momento più bello della storia grigiorossa fu nel biennio 1992-94, quando conquistarono la promozione in Serie A con il record di otto vittorie consecutive nel campionato cadetto e il decimo posto in classifica nella massima serie l’anno dopo. Non solo, il 27 marzo 1993 vinsero il Trofeo Anglo-Italiano battendo il Derby Country per 3-1 nella finale di Wembley. Ma il momento di gloria durò poco. Ci fu un momento difficile per la società, che portò nel giro di pochi anni alla retrocessione prima in B e poi in C1.

Facendo un salto di circa trent’anni arriviamo alla stagione 2020-21, con il ritorno in Serie A grazie al 2° posto nella serie cadetta. La stagione in corso sembra voler ripetere un copione che i cremonesi conoscono bene. Quel continuo saliscendi che fa venire la nausea come su una giostra ma che, allo stesso tempo, ti regala momenti di esaltazione.

L’occasione per avere un altro picco di euforia potrebbe arrivare il 27 aprile di quest’anno, con il ritorno delle semifinali di Coppa Italia. La conquista della finale è, almeno sulla carta, decisamente fattibile. Dopo l’eliminazione del Napoli prima e della Roma poi, la doppia sfida con la Fiorentina appare tutt’altro che impossibile. In attesa di sapere quali saranno le sorti della squadra di Ballardini, vediamo cosa ci offre questo fine settimana allo Zini.

La Zini Experience

Lo spazio espositivo realizzato nello stadio intitolato a Giovanni Zini è stato inaugurato il 23 marzo con una breve cerimonia alla quale hanno partecipato personaggi e autorità locali. Paolo Rossi, presidente della Cremonese, ha dichiarato: “Centoventi anni sono un traguardo, ma sono anche un nuovo punto di partenza. Sulle spalle abbiamo la responsabilità di ricordare chi eravamo e di rappresentare nono solo una squadra e i suoi tifosi ma anche l’intera comunità. E’ con orgoglio ed emozione che inauguro questo spazio espositivo, sapendo che giorno dopo giorno continueremo a scrivere pagine di storia, con la stessa identità e senso di attaccamento e di responsabilità che ci hanno guidato fino ad ora”.

Questo il programma degli eventi:

Venerdì 24 Marzo
Stadio Zini Experience
Ore 9-13 Edizione Scuole (prenotazione obbligatoria) (chiuso al pubblico)
Ore 16-19 Ingresso libero (visita guidata gratuita con inizio tour ogni 30’. Ultimo ingresso ore 18.30. Non è richiesta la prenotazione)

Targa celebrativa (piazza Sant’Angelo)
Ore 21-22.30 Piazza Sant’Angelo, posa della targa celebrativa nel luogo dove sorgeva l’Osteria Varesina (evento organizzato da un comitato di tifosi)

Sabato 25 Marzo
Stadio Zini Experience
Ore 9-17 Ingresso libero (visita guidata gratuita con inizio tour ogni 30’. Ultimo ingresso ore 16.30. Non è richiesta la prenotazione)

Festa retro Curva Sud (stadio Zini)
Ore 15-20 Evento dedicato a famiglie e tifosi con area Gioventù Grigiorossa, area food & drinks, musica
Dalle ore 20 Festa CENTOVENTICREMO in parcheggio retro Curva Sud (ingresso libero), area food and drinks, musica
Ore 20.30 Sfilata e consegna riconoscimento societario ad alcuni gruppi squadra storici

Domenica 26 Marzo
Stadio Zini Experience
Ore 9-13 Ingresso libero (visita guidata gratuita con inizio tour ogni 30’. Ultimo ingresso ore 12.30. Non è richiesta la prenotazione) e visita delle squadre del Settore Giovanile U.S. Cremonese.
Ore 16-19 Ingresso libero (visita guidata gratuita con inizio tour ogni 30’. Ultimo ingresso ore 18.30. Non è richiesta la prenotazione)

Lunedì 27 Marzo
Stadio Zini Experience
Ore 9-13 Edizione Scuole (prenotazione obbligatoria)
Ore 16-19 Ingresso libero (visita guidata gratuita con inizio tour ogni 30’. Ultimo ingresso ore 18.30. Non è richiesta la prenotazione)