2015

Juve Stabia. Polito: In questa squadra ci sono calciatori di serie A

Queste le parole di Ciro Polito, portiere della Juve Stabia, in conferenza stampa: “Sono qui per dare il mio contributo a questo gruppo, a prescindere da quella che è stata la mia carriera – e aggiunge – Felice di aver firmato per la Juve Stabia, una società che mi ha dato prova di grande serietà, cosa non scontata al giorno d’oggi. Scendere di categoria non è mai bello ma ho

Benevento 90 minuti in campo per Vitiello da playmaker basso. Il centrocampista: “I problemi fisici sono alle spalle”

Osservato speciale dal tecnico Auteri è stato Leandro Vitiello, uno di quelli che rientrano da una stagione frastagliata dagli infortuni. L’allenatore giallorosso ha più volte detto che il centrocampista era uno di quelli più indietro rispetto agli altri, naturalmente. Era importante capire la risposta del centrocampista che ha giocato per 90 minuti contro il Campobasso, seppur come centrale di difesa, quindi in un ruolo chiaramente meno dispendioso dal punto di

Il CONI verso la bocciatura del ricorso. Il format resta a 54 squadre?

C’è attesa in questa giornata nel mondo della terza serie e non solo in merito al ricorso del Seregno, che chiede di strappare, di fatto, gironi e calendari stilati per via di una corruzione alla riforma della Lega Pro con il format attuale di 54 squadre. In queste ore si riunirà il Collegio di Garanzia del Coni, a sezioni riunite, per valutare il ricorso. Resta ferma la posizione in merito

MOURINHO. Ora parla anche il figlio

Il Chelsea attraversa un momento complicato, nonostante il primato in Premier League. In settimana è arrivata la cocente eliminazione dalla Champions League, mentre nell’ultimo turno di campionato i Blues sono stati fermati in casa dal Southampton. Il figlio di Josè Mourinho non ha preso bene i fischi piovuti allo Stamford Bridge nei confronti di Cesc Fabregas. Lo sfogo è di Josè Mario, figlio 15enne dello Special One, che gioca come

Iodice: “Non voglio passare per un eroe”

Pino Iodice, direttore generale dell’Ischia, è stato ascoltato ieri in procura a Napoli per due-tre ore per deporre sul presunto caso Lotito, con riguardo alla telefonata recentemente diventata di dominio pubblico. Intervistato da Resport24.it il dg è apparso molto sereno. “Sono stato ascoltato dai pubblici ministeri in riferimento a quanto accaduto nell’ultima settimana, con riferimento alla telefonata tra me e Lotito, non posso dire altro perché c’è un’indagine in corso,